MUSEO VIRTUALE ASTRATTISMO E ARCHITETTURA RAZIONALISTA COMO

RESTAURO DELLA CHIESA DI SAN GIACOMO

Pietro Lingeri

Opera

I lavori di restauro della Chiesa di San Giacomo a Como, poterono iniziare solo dopo il sopralluogo dell’architetto Bernasconi della Soprintendenza ai Monumenti, il quale invita Lingeri, progettista e direttore dei lavori, “[…] a effettuare saggi sulla muratura e a esplorare la zona sottostante la chiesa per individuare l’antico piano di posa del pavimento, nonché a provvedere alla ricerca di eventuali elementi originari delle finestre verso il lago” (Baglione, Susani, 306).
In fase di cantiere, Lingeri riporta alla luce alcune monofore, quattro a doppia strombatura sul lato sud e una centrale all’abside, che restituiscono alla Chiesa l’aspetto originario e contribuiscono a illuminare maggiormente l’interno, e ripristina con un lavoro di pulitura e scrostamento dei muri gli antichi affreschi interni. Quanto alle modalità di accesso alla Chiesa: “Il dislivello tra la strada laterale e l’interno, superato da ampi gradini in asse con l’ingresso laterale, viene ora risolto con una scaletta che ingombra meno la navata, così come vengono ridotti nelle dimensioni i gradoni all’ingresso principale. Nelle tavole di progetto tali interventi sono denominati ‘sistemazione dell’ingresso laterale’ e ‘ripristino della gradinata d’ingresso’ […] Infine, l’intervento più rilevante è costituito dal posizionamento di una scala in metallo che, partendo dal sagrato, cinge la chiesa e scende sul lato destro fino a dare accesso, tramite una passerella, a un vano d’ignota funzione che si trova sotto la navata. Accanto a questo vano esistono altri due ambienti che Lingeri propone di utilizzare come sagrestia; tuttavia, la proposta non verrà sviluppata” (Baglione, Susani, 306).

Scritto redatto interamente sulla base di:

BAGLIONE, C., SUSANI, E. (a cura di), Pietro Lingeri 1894-1968, con scritti di Avon Annalisa et. al., Milano: Electa, 2004

Geolocalizzazione

SOSTIENI MAARC

Sostieni i progetti di MADE in MAARC che promuovono, in Italia e all’estero, l’immagine di Como come una delle più importanti capitali dell’architettura moderna.
MADE in MAARC realizza le proprie iniziative grazie al lavoro volontario di soci e amici, e ai contributi e donazioni di chi ne condivide gli obiettivi.
Le donazioni sono essenziali per tutte le attività di promozione, anche a livello internazionale, del patrimonio d’arte astratta e architettura razionalista del territorio comasco MADE in MAARC ha bisogno del tuo aiuto, fai una donazione ora!
Prendi in considerazione anche l’opzione di contribuire mensilmente: aiuterai a sostenere il lavoro di MADE in MAARC per tutto l’anno.

Bonifico Bancario intestato a Associazione culturale MADE in MAARC
22100 Como – Viale Rosselli, 12
C.F.: 03463750137
Iban: IT03 K084 3010 9000 00000 262602
Cassa Rurale e Artigiana di Cantù
Filiale di Como, piazza Grimoldi, 8